• A.TITOLO_LAP_Umbaca_Photo Michele D'Ottavio (1)
  • A.TITOLO_LAP_Umbaca_Photo Michele D'Ottavio (2)
  • A.TITOLO_LAP_Umbaca_Photo Michele D'Ottavio (3)
  • A.TITOLO_LAP_Umbaca_Photo Michele D'Ottavio
  • LAP Umbaca 1
  • LAP Umbaca 2
  • LAP Umbaca 3
  • LAP Umbaca 4
  • LAP Umbaca 5
  • LAP Umbaca 6

Nicknamed “the little Ruhr” because of its historical tradition in the steel and iron industry, Forno Canavese is to this day the location of numerous hot pressing factories, which make their presence in the town known by the noise of the huge presses at work. In response to complaints by Forno Canavese citizens regarding the level of noise pollution, Enzo Umbaca decided to translate what he defines as the “sonic soul” of the town into a melody, a sort of “anthem” which can turn dissonance into a “collective harmony”. The artist, with the participation of the citizens, recorded these and other noises in the area, entrusting musicians Igor Sciavolino and Cesare Malfatti with their transcription into a musical score to be performed by the town band, the Forno Philharmonic Orchestra. The concert took place in 2006, inside the Val Giovanni & Figli Snc. factory.

Soprannominata “la piccola Ruhr” a causa della sua storica tradizione siderurgica, Forno Canavese ospita numerose fabbriche per lo stampaggio a caldo, la cui presenza in città è sottolineata dal rumore delle grandi presse al lavoro. Rispondendo alle lamentele dei cittadini relative al livello dell’inquinamento sonoro, Enzo Umbaca ha deciso di tradurre quella che ha definito l’“anima sonora” del paese, in una melodia, una sorta di “inno” che potesse trasformare la dissonanza in “armonia collettiva”. Con il coinvolgimento di alcune aziende, l’artista ha registrato questi e altri suoni nell’area, affidando ai musicisti Igor Sciavolino e Cesare Malfatti la loro trascrizione e composizione in una partitura musicale destinata a essere suonata dalla banda del paese, la Filarmonica Fornese. Il concerto è stato eseguito nel 2006 nello stabilimento Val Giovanni & Figli Snc.

Project developed in the framework of LAP – Laboratorio Artistico Permanente [Permanent Artistic Lab] of the Eco e Narciso art programme of the Province of Turin, curated by a.titolo and Rebecca De Marchi, in collaboration with the Municipality of Forno Canavese. Project manager Francesca Comisso.

Progetto realizzato nell’ambito del LAP – Laboratorio Artistico Permanente del programma d’arte Eco e Narciso della Provincia di Torino, a cura di a.titolo e Rebecca De Marchi, in collaborazione con il Comune di Forno Canavese. Project manager Francesca Comisso.