• A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (2)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio_cover
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (4)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (1)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (3)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (6)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (7)
  • A.TITOLO_LAP_Denicolai Provoost_Photo Michele D'Ottavio (8)

Foreveryoung is the project conceived of by Simona Denicolai & Ivo Provoost in Carmagnola, a municipality of 25,000 inhabitants in the vicinity of Turin which, in the second half of the 20th Century, was home to an important industrial district. Undertaken between 2005 and 2006, it took part in two phases, characterised by activities designed for the young generations. The first is Teksid / acid, a vinyl disk in which the sounds of daily life in Carmagnola are captured and mixed with extracts of texts taken from the Teksid facility union archive, made available by the Associazione InFondere. The second is a software containing an archive of in-progress images, in which the urban environment is reinterpreted and observed as an “elastic space” that can be reorganised using other photographs taken by the two artists during their travels around Europe.

 Foreveryoung è il progetto ideato da Simona Denicolai & Ivo Provoost a Carmagnola, un comune di 25.000 abitanti nei pressi di Torino che nella seconda metà del Novecento ospitava un importante distretto industriale. Realizzato tra il 2005 e il 2006, è suddiviso in due fasi, caratterizzate da azioni ideate per le giovani generazioni. La prima è Teksid / acid, un disco in vinile in cui suoni catturati dalla vita quotidiana di Carmagnola si mescolano con estratti di testi tratti dall’archivio sindacale dello stabilimento Teksid, messi a disposizione dall’Associazione InFondere. La seconda è un software che contiene un archivio d’immagini in progress nel quale il contesto urbano viene reinterpretato e osservato come “spazio elastico” che può riorganizzarsi con altre fotografie scattate dai due artisti nei loro viaggi in giro per l’Europa.

Project developed in the framework of LAP – Laboratorio Artistico Permanente [Permanent Artistic Lab] as part of the Eco e Narciso art programme of the Province of Turin, curated by a.titolo and Rebecca De Marchi, in collaboration with Associazione InFondere and with the support of the Flemish Community of Brussels and of bkSM at Strombeek-Michelen. Project manager: Lisa Parola.

Progetto realizzato nell’ambito del LAP – Laboratorio Artistico Permanente del programma d’arte Eco e Narciso della Provincia di Torino, a cura di a.titolo e Rebecca De Marchi, in collaborazione con l’Associazione InFondere e con il supporto della Comunità Fiamminga di Bruxelles e del bkSM di Strombeek-Michelen. Project manager: Lisa Parola.