• A.titolo_NC_Stefano Arienti_Photo Giulia Caira
  • A.titolo_NC_Stefano Arienti_Photo Giulia Caira (5)
  • A.titolo_NC_Stefano Arienti_Photo Giulia Caira (4)
  • A.titolo_NC_Stefano Arienti_Photo Giulia Caira (6)

Multiplayer is a multifunctional playing field designed by Stefano Arienti between 2004 and 2008, together with a group of children and teenagers living in the council housing complex in Via Poma in the Mirafiori North district of Turin. It emerged from the young people’s request for a usable protected space, open and accessible to all, where they could play without being a nuisance to other inhabitants. Multiplayer, the name of which is inspired by video-game terminology, was conceived of and built as an original place, yet not too conspicuous, in the new urban park made in place of a former parking lot next to the housing complex. The project combines the natural with the artificial, the distant past with the future, the “high” and “low” of the building spectrum. The flooring was designed to blend in with the surrounding natural environment and to contrast with the geometric lines of the playground. The “roots” of a number of lianas, and a procession of dinosaurs made of multi-coloured rubber garden hosepipes, extend outwards from here.

Il Multiplayer è un campo da gioco polifunzionale ideato da Stefano Arienti con un gruppo di ragazzi residenti nel complesso di edilizia residenziale pubblica di via Poma nel quartiere Mirafiori Nord a Torino tra il 2004 e il 2008. Nasce dalla richiesta dei giovani committenti di poter usufruire di uno spazio protetto, aperto e accessibile a tutti, dove giocare senza arrecare disturbo agli altri abitanti. Il Multiplayer, il cui nome s’ispira al linguaggio dei videogiochi, realizzato nel nuovo parco urbano realizzato al posto di un parcheggio nell’area adiacente alle case, è stato concepito per essere un luogo originale ma al tempo stesso poco appariscente. È un progetto che coniuga naturale e artificiale, passato remoto e futuro, l’“alto” e il “basso” del campionario edilizio. La pavimentazione è disegnata secondo un principio di mimesi del contesto naturale circostante, in contrasto con le geometrie del terreno di gioco. Da qui si dipartono le “radici” di alcune liane e un corteo di dinosauri realizzati con tubi di gomma da giardinaggio multicolore.

Project promoted and supported by Urban 2 European Initiative Programme (European Union, Italian Ministry for Infrastructure, Piedmont Regional Government, City of Turin), Adriano Olivetti Foundation, Compagnia di San Paolo and Fondazione CRT.
Mediators: Giorgina Bertolino and Luisa Perlo.
Commissioned by: the Urban 2 Courtyard Project with a group of girls and boys living in the council housing complex in via Poma.

Parco Lineare, Corso Tazzoli, Mirafiori North district, Turin.

Progetto promosso e sostenuto da Urban 2 (Unione Europea, Ministero delle Infrastrutture, Regione Piemonte, Città di Torino). Fondazione Adriano Olivetti, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.
Mediatrici: Giorgina Bertolino e Luisa Perlo.
Committenti: il Progetto Cortili di Urban 2 con un gruppo di ragazze e ragazzi residenti in via Poma.

Parco Lineare di corso Tazzoli, quartiere Mirafiori Nord, Torino.