• 19-03027
  • 10-03_0127
  • DSC_0023
  • DSC_0037
  • DSC_0106
  • IMGP9164
  • IMGP9034
  • IMGP9047
  • IMGP9150

Settimo Torinese on the immediate outskirts of Turin, as an historical site of numerous factories related to the automotive industry, developed an important tradition of social theatre, starting in the 1970s. This heritage, and the show Quelli delle case Fiat [Those from the Fiat houses] by the Villaggio Fiat Company, directed by Massimiliano Giacometti with the assistance of Elena Ruffo and drawing on the testimonies of citizens collected by historian Paolo Silvetti, inspired this project by artist Yael Plat who, in 2011, involved local associations and spontaneous groups in a series of sewing workshops to create a new theatre curtain. Their tales of the years of the industrial boom and the migration of the work force are transformed into stories in the cloth, embroidered with the artisan technique of arpilleras, used by Chilean woman as a means of communication and protest under the Pinochet dictatorship.

Settimo Torinese, nella prima cintura di Torino, storica sede di numerose fabbriche legate all’industria automobilistica, fin dagli anni settanta ha sviluppato un’importante tradizione di teatro sociale. Da questo retaggio, e dallo spettacolo Quelli delle case Fiat della Compagnia del Villaggio Fiat, diretto da Massimiliano Giacometti con l’assistenza di Elena Ruffo, ispirato alle testimonianze dei cittadini raccolte dallo storico Paolo Silvetti, nasce il progetto dell’artista Yael Plat, che ha coinvolto nel 2011 associazioni locali e gruppi spontanei in una serie di laboratori di cucito con l’obiettivo di creare un nuovo sipario teatrale. I loro racconti sugli anni del boom industriale e della migrazione della forza lavoro sono diventate storie di stoffa, ricamate con la tecnica artigianale delle arpilleras, utilizzata dalle donne cilene come strumento di comunicazione e di protesta sotto la dittatura di Pinochet.

Project supported by Fondazione ECM Esperienze di Cultura Metropolitana, developed as part of the situa.to programme, curated by a.titolo and Maurizio Cilli on the occasion of Turin European Youth Capital 2010.

Progetto sostenuto dalla Fondazione ECM Esperienze di Cultura Metropolitana, realizzato nell’ambito del programma situa.to, curato da a.titolo e Maurizio Cilli in occasione di Torino European Youth Capital 2010.